LA VERA PITTURA DI LEONARDO BECCEGATO ALLA BIENNALE DI CHIANCIANO

 

Leonardo Beccegato nasce nel 1941 a Venezia, vincitore di molti premi, l'artista e' stato selezionato per partecipare alla Biennale di Chianciano che si terra' dl 7 al 14 settembre al Museo di Chianciano Terme in Toscana.

Leonardo e' un vero e proprio talento nell'arte infatti essendo un ingegnere elettronico, la sua  formazione artistica e' completamente autodidatta. E’ attivo come pittore dal 1975 e la  passione che progressivamente dedica alla pittura gli consente già nel 1980 di ottenere il 2premio alla V edizione del Premio Nazionale di pittura “R. Nardi”. La sua attività si intensifica  passo dopo passo partecipando a numerose mostre collettive e personali in gallerie pubbliche e private, ottenendo premi e riconoscimenti.

Beccegato ci appare subito come un pittore unico e originale. "La sua pittura nasce da un fondo psichico, da sogni non ben risolti, da una malinconia di fondo che si espande ovunque. E’ come un magma , un’atmosfera visionaria che cela un desiderio, tipicamente romantico, "di vedere oltre", di superare la contingenza meschina delle cose"cosi' parla di lui il noto critico d'arte Paolo Rizzi.  


L'arte di Leonardo  e' ritenuta "vera pittura" paragonabile a quella dei grandi maestri antichi.

Le opere di Beccegato sono caratterizzate da una luce opaca che e' quasi la firma dell'artista e che ricopre i colori piu' riccorrenti nei suoi dipinti :ocre cangianti, rossi mattone e, soprattutto, quel grigio azzurrino che sembra nascere da uno stato d’animo.

I suoi quadri sono delle vere e proprie allegorie, delle metafore che lo spettatore e' invitato a osservare e a trasfigurare, si crea cosi' una connessione tra un mondo fatto di simbologie e misteri e il mondo reale.